Home » consigli per il matrimonio

Nuove tendenze per il matrimonio: il reportage fotografico

reportage di matrimonio

Spopola una nuova tendenza: il reportage del matrimonio

Le fotografie per il matrimonio seguono regole e tecniche molto diverse da ogni altro tipo di fotografia. I fotografi da matrimonio lo sanno bene, ed è per questo che un servizio fotografico di nozze può arrivare a costare diverse migliaia di euro, seguendo una competenza davvero specifica.

Scegliere il fotografo per il matrimonio non è solo una questione economica, però: con il professionista che creerà la testimonianza, il ricordo del giorno più bello della vostra vita, si crea un feeling speciale, in cui le personalità e i gusti si intrecciano per trovare un connubio vincente.

Il portfolio è uno strumento importante che il fotografo mette a disposizione per illustrare ai futuri sposi il proprio occhio, le tecniche che utilizza, la resa delle immagini sia come qualità che come emozione. Proprio in quest’ultimo senso, negli anni più recenti è aumentata notevolmente la richiesta di abbandonare le foto posate in favore del reportage di matrimonio.

Un reportage è un tipo di servizio fotografico in cui si tende a ritrarre sposi e invitati in pose e momenti naturali. Un abbraccio spontaneo, un sorriso emozionato, un’espressione toccante: immagini che difficilmente possono risultare reali se vengono scattate su richiesta del fotografo, e che, d’altro canto, raccolgono i sentimenti più veri di questo giorno speciale.

Il reportage di matrimonio include anche foto e momenti divertenti. Il fotografo agisce, in questo caso, come una presenza silenziosa, a malapena avvertita, che interagisce poco con gli invitati al matrimonio e con gli stessi sposi, se non per poche foto, spesso richieste dagli sposi stessi.

Anche il video viene trasformato in un reportage, che raccoglie i momenti salienti della preparazione degli sposi, l’arrivo in chiesa, lo scambio delle promesse, l’arrivo in sala e i festeggiamenti tra ricevimento, balli e regali.

In una cornice così ben strutturata, la sala ricevimenti diventa quindi lo scenario perfetto per riprese sempre emozionanti.
La Fenice Ricevimenti è una location per matrimoni vicino Palermo ideale per video e foto mozzafiato. Con i suoi ampi spazi verdi all’esterno, regala agli sposi e agli invitati un panorama mozzafiato che dalle colline di Trabia apre lo sguardo sul golfo di Palermo fino a Cefalù.

Condividi su:

Home » consigli per il matrimonio

Come scegliere il bouquet del matrimonio?

bouquet matrimonio

Insieme alle fedi, il bouquet è il simbolo del matrimonio per eccellenza.

Si fa presto, però, a dire bouquet: questo elaborato mazzo di fiori, che risponde ad un design sempre più ricercato, ha infinite declinazioni e segue una varietà di stili diversi che è bene conoscere prima di commissionarne la creazione.

Indispensabile è una buona affinità con il flower designer che segue tutto l’evento del matrimonio. L’allestimento floreale deve essere, infatti, sempre coerente, tra addobbi per le case degli sposi, chiesa o luogo in cui si svolge il rito civile, e sala ricevimenti.

Una coordinazione perfetta e completa, che può essere ottenuta anche grazie alla collaborazione con i luoghi che ospiteranno le nozze. La Fenice Ricevimenti a Palermo con i suoi ampi spazi interni ed esterni si presta a molte tipologie di addobbi floreali, ed è pronta a soddisfare ogni esigenza.

Vediamo insieme come scegliere il bouquet per un mazzo di fiori dall’aspetto elegante e in linea con i nostri gusti.

Conoscere i fiori

A ogni stagione corrisponde una diversa tipologia di fiori freschi. Avere le peonie o i tulipani in agosto è sì possibile, ma poco indicato: sono fiori delicati, e si macchiano facilmente a temperature molto alte. Il fiorista può consigliarti sui fiori di stagione per arrivare con il bouquet ancora fresco a fine giornata.

Coordina i fiori e il vestito da sposa

Il bouquet e l’abito sono uno accessorio dell’altro. È indispensabile trovare una linea di stile in comune tra i due, dalla scelta dei fiori alle decorazioni da applicare intorno al bouquet per chiuderlo (foglie verdi, settembrini, ma anche perle e pizzi).

Coordina tutti i fiori

Allo stesso tempo, il bouquet deve essere stilisticamente affine al resto dell’allestimento floreale. Per farlo, si consiglia di scegliere fiori simili e forme simili, privilegiando un bouquet a cascata in caso di decorazioni a cascata, o un bouquet tondo in caso di decorazioni sferiche.

Tieni conto della tua personalità

Questa sarà già stata contemplata in tutte le scelte dell’evento, guidando così ogni allestimento finora scelto. Il bouquet non fa eccezione: se preferisci un matrimonio tradizionale, rispetta anche la forma rotonda del bouquet classico; se scegli uno stile boho o shabby chic, puoi optare per uno stelo più lungo e fiori più colorati, una sposa romantica, per un matrimonio principesco, prediligerà il bouquet a cascata.

Condividi su:

Home » consigli per il matrimonio

Wedding timeline: a un anno dal matrimonio

matrimonio timeline

Consigli per la wedding timeline: cosa fare un anno prima del matrimonio

Dal primo sì, quello in cui si risponde alla proposta, al sì definitivo pronunciato sull’altare, passa all’incirca un anno. Dodici mesi emozionanti e intensi, in cui la coppia si prepara sia al matrimonio che alla futura vita insieme, se ancora non convivono nella stessa casa.

In questo lasso di tempo, l’organizzazione è la chiave fondamentale per non arrivare a dubbi e incertezze proprio a ridosso del matrimonio. Consideriamo, innanzitutto, le disponibilità, sia delle chiese, per i riti religiosi, che per le sale ricevimento. Generalmente le liste d’attesa sono molto lunghe, e le date disponibili si riducono soprattutto nel periodo estivo.

Scegliere una data e verificare le disponibilità è quindi il primo passo per iniziare a definire il proprio matrimonio. Se sei alla ricerca di una villa matrimoni vicino Palermo, dai un’occhiata a La Fenice Ricevimenti, con un panorama mozzafiato che dalle colline di Trabia apre lo sguardo sul golfo di Palermo fino a Cefalù. Può ospitare anche riti civili, sia in spazi interni che in giardini e spazi esterni, per un massimo di 450 persone.

A sei mesi dal matrimonio si procede quindi con la scelta dell’abito da sposa. Considerate almeno un mese di tempo, specialmente se non avete ancora le idee chiare, per vedere più proposte e visitare diversi atelier. Possono volerci più appuntamenti per trovare il vestito giusto. Nello stesso periodo si inizia il corso prematrimoniale e si incontrano tutti i fornitori: fioristi, fotografi, musicisti, e la scelta relativa ai regali, che sia una lista nozze o il viaggio in agenzia.

Dai quattro ai tre mesi prima ci si occupa generalmente delle bomboniere. Avete tutto il tempo di scegliere se ordinarle online, o visitare le confetterie più vicine per guardare dal vivo le proposte. Sul web si trovano inoltre molte idee originali e carine per bomboniere con un significato particolare, come regalare una piantina da coltivare o di regali utili per gli invitati.
Nello stesso periodo vanno definiti il trucco e il parrucco, iniziando da subito con le prove per l’acconciatura e il make-up; non dimenticare, inoltre, di rivolgerti al comune per le pubblicazioni degli atti, e di scegliere e inviare le partecipazioni di nozze.

Due mesi prima vanno scelti gli anelli. A questo punto è stato definito tutto: per i dettagli, si può attendere fino alla settimana prima delle nozze.

Condividi su: